Dom. Lug 25th, 2021

ASD San Mariano

#noisiamosanmariano

A tu per tu con: Giovanni Di Meo

2 min read
ASD San Mariano

Raccontaci un po’ la tua storia da calciatore

Calciatore è una parola esagerata, comunque ho fatto quasi tutta la trafila delle giovanili alla Pontevecchio dove dal punto di vista calcistico e umano mi hanno insegnato molto. A 16 anni mi hanno aggregato alla Serie D e poi mi hanno ceduto in prestito al Pierantonio. È stato un anno impegnativo, ma alla fine la vittoria del campionato non ha reso gli sforzi vani. L’hanno successivo sarei dovuto andare in serie D ma per motivi di studio e familiari mi sono trasferito calcisticamente al Villabiagio, dove ho vissuto un anno straordinario con la vittoria del campionato, della coppa di Promozione e la vittoria del torneo delle regioni nella categoria Juniores. L’anno successivo sono rimasto sempre al Villabiagio, poi ho dovuto interrompere per motivi di studio. Due anni fa decisi di ricominciare al Ponte Villa ma fu un’annata disastrosa, per cui lasciai di nuovo il calcio fino ad oggi dove grazie al mister Carini ho ritrovato l’entusiasmo giusto.

Conoscevi già i tuoi nuovi compagni del San Mariano?

No non conoscevo nessuno eccezion fatta per il mister, è lui che mi ha convinto a prendere parte a questa causa.

Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissato come calciatore del San Mariano?

Il primo obiettivo è creare un gruppo coeso ed organizzato, il secondo è cercare di stare nella giusta metà della classifica.

Cosa ti senti di dire ai tifosi biancorossi?

In quanto società e squadra nuova il loro supporto ci darà sicuramente quella grinta in più per farli divertire.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.